Italia – Svizzera 2-0

La doppietta di Alessandro Del Piero consente all’Italia di battere agevolmente la Svizzera per 2-0 nell’incontro del girone di qualificazione gruppo 1, allo stadio Friuli di Udine.

Bella punizione per il Del Piero-bis
Del Piero porta in vantaggio gli azzurri dopo 18 minuti, agganciando il passaggio del centrocampista romanista Di Francesco e battendo elegantemente il portiere svizzero Andreas Hilfiker. L’agile punta juventina raddoppia su calcio di punizione al 62′, realizzando il suo nono gol in maglia azzurra. Nelle 17 partite precedenti, Del Piero era andato in rete una sola volta, grazie a un rigore. La partecipazione ai mondiali di Francia ’98 non era stata fonte di soddisfazioni per Del Piero, per il quale un gol in nazionale si faceva attendere da gennaio.

Standing ovation
L’Italia domina alla grande su una Svizzera incolore, anche se per mettere il risultato al sicuro deve attendere lo scoccare dell’ora di gioco, quando Pippo Inzaghi viene atterrato al limite dell’area dal difensore del Tottenham Hotspur Ramon Vega. Del Piero coglie l’opportunità offerta dal calcio di punizione trasformandolo in una bordata ad effetto che il guizzo tardivo di Hilfiker non riesce ad intercettare. Verso la fine, lo stesso Inzaghi sperpera almeno un altro paio di occasioni contro una Svizzera ormai inesistente, e il romanista Totti gli dà manforte. Entra Totti ed esce Baggio fra gli applausi, che il pubblico in piedi gli attribuisce a scena aperta.

Le lodi di Zoff
“Il risultato fa onore a tutti, ma per Del Piero sono particolarmente contento”, ha commentato il coach azzurro Dino Zoff. “Ne aveva bisogno. Mi auguro che da qui in avanti riesca nuovamente a dimostrare di essere il grande giocatore che senz’altro è”. Ben altra atmosfera si respira dalle parti della panchina elvetica. “Il fatto di perdere in Italia lo posso capire, perché l’Italia è una buona squadra”, ha dichiarato il commissario svizzero Gilbert Gress con la coda fra le gambe. “Ma il fatto di perdere contro l’Italia in questo modo è inaccettabile”.

La preparazione conta
“Credo che possiamo essere soddisfatti. Ci siamo preparati bene e abbiamo vinto bene”, ha commentato un Del Piero alquanto sollevato alla fine del match. “Sono contento per me e per la squadra e spero che sia solo l’inizio. Magari avessimo potuto esultare così qualche mese fa (ai mondiali di Francia). Ero sicuro che avrei segnato ancora, anche se questi gol si sono fatti attendere un po’ troppo per i miei gusti”.

Precedente Recensione di FIFA 19 - 2 Successivo ALESSANDRO NESTA

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.