Lavezzi, insidie spagnole

L’arrivo di Donadoni sulla panchina del Napoli ha sicuramente segnato l’apertura di un progetto tecnico basato sul buon gioco e sulla valorizzazione delle risorse umane (i calciatori) a disposizione della società partenopea.

Tutto potrebbe però sfumare, se dovesse fallire il piano di mantenere i pezzi più pregiati della rosa per la prossima stagione. Soprattutto per uno di questi, l’argentino Lavezzi, le sirene provenienti dalla Spagna si fanno sempre più insistenti e credibili. Sussistono varie ipotesi, tutte accreditabili al tentativo di riformare accoppiate già viste nella Nazionale Argentina allenata da Diego Maradona: si parla quindi di Messi e Aguero, di Barcellona e Atletico Madrid.

Sebbene il presidente Aurelio De Laurentiis abbia sempre dichiarato il fantasista come incedibile, davanti ad un’offerta sui trenta milioni di euro chiunque vacillerebbe; di questi tempi si tratta di una cifra sufficiente a fare da budget per una campagna acquisti di rafforzamento su tutti i reparti.

Precedente IUGOSLAVIA ad EURO 2000 - 3 Successivo Napoli, una sosta "salutare"

Lascia un commento

*